Cosa c’è dietro l’angolo

ipp    ipp

Serata ricca di riflessioni, quella a Serdiana presso la Collina. L’incontro si è aperto con l’intervento di Ettore Cannavera : (presentazione : Cosa c è dietro l’angolov4- Testo dell’intervento con immagini: Ettore Ettore Introduz 13 aprile v2).

Si è poi svolto l’intervento di Andrea Deffenu sulle questioni costituzionali e una tavola rotonda che ha voluto riprendere alcuni temi trattati nel documento. Importanti contributi sono stati dati da Silvano Tagliagambe sulle precondizioni dello sviluppo, sull’innovazione e sul tema scuola, da Luisa Sassu che ha ripreso il tema del lavoro, da Valentina Sanna sulla partecipazione e da Fernando Codonesu sui temi trattati nel documento dello sviluppo, dell’energia, dell’ambiente e delle servitù militari.

Ha seguito confronto con ospiti e partecipanti, coordinati da Ottavio Olita, con utili contributi tra cui quello di Massimo Dadea che tra l’altro ha proposto un’indagine che raccolga i dati sugli effetti derivanti dall’inquinamento della nostra isola.

Seguiranno approfondimenti.

 ipp

Sottotraccia

Abbiamo lavorato sottotraccia, confrontandoci sui diversi temi chiave relativi alla nostra Terra.

Abbiamo quindi elaborato una serie di riflessioni che ora rendiamo disponibili al pubblico.

Il documento ( clicca qui TdP – riflessioni, idee e proposte per la nostra terra )  è un primo documento che fa il punto della situazione e che potrà essere aggiornato alla luce del confronto sui temi per noi chiave che presenteremo e discuteremo a La Collina a Serdiana e a cui siete già tutti invitati

Venerdi 13 Marzo alle 17,30

TdP Incontro 13 marzo 2015

 

I temi vertono su :

1 – LA BUONA SCUOLA
2 – ENERGIA
3 – PER UNA SARDEGNA DI PACE
4 – INNOVAZIONE
5 – LAVORO E WELFARE
6 – TERRITORIO, AMBIENTE , PAESAGGIO e SVILUPPO
7 – CAPITALE SOCIALE, CREATIVITA’ E COESIONE
8 – PARTECIPAZIONE E POLITICA

Chi lo gradisce può informarci della propria presenza

Incontro sulla Scuola con Enrico Berlinguer

Alla luce del nuovo libro dal titolo Ri-Creazione di Luigi Berlinguer ecco l’iniziativa che presenta il libro e le tematiche della scuola d’oggi.  luigi berlinguer 8 maggio

Qui un testo introduttivo a cura di  Silvano Tagliagambe:  Ri-creazione

 

GIOVEDI’ 8 MAGGIO

15:30 -19:30

Liceo Ginnasio Statale
Giovanni Siotto Pintor

VIALE TRENTO 103/104

CAGLIARI

Presentazione del libro

RI-CREAZIONE

Una scuola di qualità per tutti e per ciascuno

di Luigi Berlinguer(con Carla Guetti)

Liguori Editore

Coordinano: Maria Antonietta Mongiu e Silvano Tagliagambe

Discutono con l’autore coloro che vorranno tra cui:

Don Ettore Cannavera, Umberto Cocco, Maria Del Zompo, Peppino Loddo, Franco Masala, Nicolò Migheli, Rosario Musmeci, Elisabetta Porrà,Carla Romagnino, Anna Maria Sanna, Angela Testone, Valentina Savona

 

 

Libro di Pietrino Soddu

Comunicato –Invito

Partecipiamo con piacere al seguente evento con anche un  articolo di S.Tagliagambe

SARDEGNA. IL TEMPO NON ASPETTA TEMPO.

Dialogo tra un Autonomista, un Federalista e un Sovranista.

LUNEDI’ 17 MARZO
15:30 -19:30
presso la
MEDIATECA VIA MAMELI
CAGLIARI

Un giovane ottantenne Pietrino Soddu, ritorna. Da Sassari a Cagliari seguendo un percorso che ha caratterizzato molti anni della sua vita per provocare con il tema che da sempre gli è caro: il futuro della Sardegna dopo la crisi della cosiddetta autonomia speciale.

Continua a leggere

La coazione a ripetere di uno Stato malato

Comunità “La Collina” – Serdiana – 5 febbraio 2014

Codice Libellula

La verità negata

Presentazione del libro di Ottavio Olita

(Edes, Cagliari, 2013)

codice libellula

Qui di seguito la relazione di Silvano Tagliagambe che affronta il senso dell’identità, individuale e collettiva, della coscienza e il ruolo dello Stato, tema trattato in chiave romanzata da Ottavio Olita nel libro Codice libellula.
Riflessioni che si correlano ai temi chiave dell’Associazione Terra di Pace.

Per una migliore lettura si suggerisce scaricare e/o stampare il file

La coazione a ripetere di uno Stato malato di Silvano Tagliagambe

   1.    Premessa

 Il romanzo di Ottavio Olita Codice Libellula. La verità negata (Edes, Cagliari, 2013) pone all’attenzione del lettore un problema di grande attualità e importanza, che possiamo riassumere nei termini seguenti. Che cosa succede a uno Stato che, contravvenendo al principio di un’autorità pienamente visibile e trasparente, non solo nega la verità ai suoi cittadini, ma addirittura interviene attivamente per cancellarne ogni traccia e avvalora ricostruzioni palesemente falsate di fatti di notevole rilevanza per la convivenza civile?

Continua a leggere

Un sogno a occhi aperti: fare della Sardegna una terra della conoscenza

Nel suo romanzo breve Il cavaliere inesistente Calvino ci offre un ritratto di straordinaria efficacia di Gurdulù, una persona che c’è ma non sa di esserci, non ne ha consapevolezza, perché si appiattisce nell’ambiente in cui si trova inserito e s’identifica completamente con esso. Se ad esempio butta in acqua la rete e vede un pesce che è lì lì per entrarci, s’immedesima tanto in quel pesce che si tuffa in acqua e nella rete entra lui. È l’emblema di chi viene sopraffatto dalla realtà che lo circonda  ed è incapace di afferrarla proprio perché non riesce a  distinguersi da essa, a distaccarsene e a valutarla critica. Continua a leggere

Incontro con Francesco Pigliaru e la declinazione della parola “Istruzione”

Camera 360    

Prima di entrare in campagna elettorale, Francesco Pigliaru, designato candidato del centrosinistra, ha accolto il  nostro invito (come fatto anche per gli altri candidati)  ed è venuto ad ascoltare un’ampia comunità di cittadini desiderosi di confrontarsi sui temi posti all’attenzione dall’Associazione Terra di Pace e Solidarietà.

DSC_9947 Dopo l’introduzione di Ettore Cannavera e gli interventi coordinati da Ottavio Olita, Pigliaru è intervenuto a presentare i punti qualificanti della sua proposta.

Essendo il tema dell’istruzione uno dei temi cruciali, qui di seguito presentiamo il testo legato all’intervento di

Silvano Tagliagambe.

DSC_9935 silv ettore ottav e pigliaru

In Italia su 100 bambini che ogni anno iniziano gli studi:

  • ce n’è 1 che non finisce la scuola primaria,
  • 5 che si fermano alla licenza elementare,
  • 32 che lasciano dopo le medie,
  • 17 che tentano le superiori ma falliscono
  • e altrettanti che non riescono a arrivare alla laurea.

E poi c’è l’analfabetismo di ritorno, con i risultati delle indagini internazionali che ci dicono che sette adulti italiani su dieci non possiedono competenze di base letterarie, scientifiche e matematiche minime. Continua a leggere